Primo incontro sulle famiglie professionali, più vicini i passaggi tra le aree. Via libera per quelli economici.

COMUNICATO 33/2022 - Si è svolto ieri il primo incontro sulle Famiglie professionali.

Il CCNL 2019-21 prevede che il nuovo sistema di classificazione del personale sia articolato in quattro aree (operatori, assistenti, funzionari, elevate professionalità) e che in ogni area siano individuate famiglie professionali ossia “ambiti professionali omogenei caratterizzati da competenze similari o da una base professionale e di conoscenze comune”.

Il nuovo modello classificatorio dovrà consentire, fra l’altro, un percorso incentivante di sviluppo professionale (ossia, i passaggi verticali).

L’Amministrazione, rappresentata dalla D.ssa Valeria Vaccaro, capo Dipartimento DAG, e dal Dr. Alessandro Bacci, capo del Personale, nel presentare la bozza di famiglie professionali, ha tenuto a precisare che si vuole fotografare la situazione esistente.

L’argomento è importante e complesso ed avrà bisogno di nuovi incontri, il primo dei quali è fissato per la settimana prossima.

Come CISL abbiamo posto alcune questioni:

❖ la difficoltà di far confluire i vecchi profili professionali nelle nuove famiglie;

❖ l’obiettivo deve essere quello di favorire la mobilità interna-esterna, i passaggi verticali e di abbandonare il mansionismo in favore delle competenze.

❖ Discutere contemporaneamente all’istituzione delle famiglie professionali ai passaggi di area. In particolare abbiamo chiesto che si svolgano due procedure di passaggi verticali entro il 31/12/2024 (data fissata dall’art. 18 quale termine ultimo per poter fare i passaggi in deroga al titolo di studio). In tal modo si potrà favorire tutti coloro che hanno il titolo di studio idoneo per l’area successiva e dare anche l’opportunità ai tanti senza tale titolo.

❖ Abbiamo chiesto di quantificare e rendere noto quanto corrisponde lo 0,55% del monte salari 2018 che servirà per finanziare parte delle progressioni fra le aree, come prevede l’art. 18 del CCNL, comma 8.

❖ Affrontare finalmente le problematiche delle ex CCTT – a tantissimi anni dall’uscita del D.Lgs. 545/92 e nonostante i tanti contratti successivi, le stesse funzioni sono divise su due aree. Per esemplificare ricordiamo i segretari di sezione, ruolo che va valorizzato.

Il Dr. Bacci nel riprendere la parola dopo l’intervento delle OO.SS. ha fatto sapere che i profili rimarranno, seppur rivisti, e che saranno valutate le specificità dei profili tributari.

Fra le importanti varie ed eventuali:

- il bando per le progressioni economiche orizzontali è tornato e a brevissimo sarà pubblicato. Ci è stato assicurato che entro fine anno la graduatoria uscirà e verrà certificata;

- Verremo chiamati a discutere del c. 165 (cartolarizzazione 2021) a breve, entro fine anno;

- per le stabilizzazioni, sia per gli uffici centrali che territoriali, la procedura straordinaria è ormai pronta, e dopo il passaggio all’Ufficio del Gabinetto, ai colleghi in comando arriverà finalmente la comunicazione sulla possibilità di scelta;

- Per tutti gli esclusi si sta pensando ad una stabilizzazione ordinaria;

- sui pagamenti del FRD e delle PO avremo aggiornamenti la prossima settimana;

- su salute e sicurezza ci saranno nuove disposizioni, probabilmente da lunedì;

- sul lavoro agile l’Amministrazione avrà contatti a giorni con Funzione Pubblica, propedeutici all’avvio del confronto previsto dal CCNL per il nuovo anno.

Per qualunque dubbio e approfondimento, invitiamo a scriverci su [email protected]it

                                                                                         Il Coordinatore Nazionale
                                                                                                  Walter De Caro

- Scarica il volantino del comunicato (clicca qui


"Il nostro impegno continua   
con serietà, determinazione e competenza"

Nessun commento:

Powered by Blogger.