CUT 2022: A ognuno le proprie responsabilità

COMUNICATO 32/2022 - Come sapete, alcuni giorni fa abbiamo firmato l’ipotesi di accordo sul CUT anno 2020. Stanti i tempi tecnici per la certificazione ed i conteggi, vi faremo sapere prossimamente i tempi di erogazione.

A breve verremo chiamati anche a discutere del CUT anno 2021, come CISL stiamo chiedendo, come per il comma 165, che questo avvenga entro la fine dell’anno, in modo da riallinearci agli altri accessori.

Il problema si pone però per il CUT 2022. Siamo infatti molto preoccupati dalle notizie che ci giungono dalle maggiori Corti di Giustizia dove gli obiettivi dell’abbattimento dell’arretrato sembrano difficilissimi da raggiungere per l’anno in corso. E’ un problema che purtroppo avevamo previsto da tempo, quando lanciammo i primi inascoltati appelli sulla penuria di personale negli Uffici tributari, quando dicemmo che le Commissioni Tributarie erano allo stremo.

C’è stata poi la pandemia, e anche allora, i colleghi delle CCTT (ancora si chiamavano così) si distinsero: mentre il resto del paese faticava a rimettersi in moto le udienze si tennero da subito a distanza, i fascicoli si lavoravano ed il personale, sempre più esiguo, assicurava tutti i servizi della giustizia tributaria.

Le recenti immissioni in ruolo di giovani funzionari sono state una goccia nel deserto, che ha necessità di essere notevolmente rafforzata: la riforma tributaria su questo ci viene incontro ma non possiamo aspettare ancora.

Con questo quadro desolante, il rischio paradossale è che la grande maggioranza delle Corti, tutte quelle più numerose, non riesca a raggiungere l’obiettivo.

Gli stessi depositi delle sentenze da parte di tanti giudici vanno a rilento, ed i numeri della “produttività” ne risentono in negativo anche perché, mentre nelle CCTT si aprivano nuove sezioni, i giudici rimanevano pochi. 

Ciascuno deve prendersi le proprie responsabilità, non possiamo accettare che al personale venga negato di prendere quanto merita per colpe imputabili ad altri.

Chiediamo per questo una forte presa di coscienza ed assunzione di responsabilità da parte di tutti gli organi preposti.

Per qualunque dubbio e approfondimento, invitiamo a scriverci su [email protected]it

                                                                                         Il Coordinatore Nazionale
                                                                                                  Walter De Caro

- Scarica il volantino del comunicato (clicca qui


"Il nostro impegno continua   
con serietà, determinazione e competenza"

1 commento:

  1. Salve, avete informazioni su progressioni economiche e passaggi d'area? Sono oltre 20 anni che aspettiamo. Grazie

    RispondiElimina

Powered by Blogger.