Confronto sindacale al Mef: i lavoratori tornano a lottare uniti.

COMUNICATO UNITARIO - Si è tenuta oggi, 18 aprile 2023, una grande e partecipata assemblea indetta da tutte le OO.SS. maggiormente rappresentative del MEF. Numerose le lavoratrici e i lavoratori degli Uffici di Roma accorsi in via XX Settembre e gli altrettanti colleghi e colleghe che dagli uffici del MEF di tutto il territorio nazionale si sono collegati fino a raggiungere e sforare la capacità massima di contatti per l’accesso alla room virtuale messi a disposizione dall’Amministrazione per la partecipazione all’assemblea da remoto.

I lavoratori e le lavoratrici riuniti in assemblea, per chiedere con forza l’immediato ritiro della nuova Policy unilaterale e per far sentire la contrarietà dei lavoratori alla vergogna di una Amministrazione distante dalle aspettative di dignità e attenzione giustamente rivendicate dal personale, in corteo si sono diretti verso il piano nobile del Palazzo, quello del Ministro e dei Sottosegretari.

I responsabili delle sigle sindacali hanno chiesto di essere ricevuti dal Sottosegretario on. Federico Freni, come già fatto con una nota rimasta inascoltata del 4 aprile 2023. I responsabili delle sigle sindacali sono stati quindi ricevuti dal sottosegretario accompagnato da una delegazione di parte pubblica.

Il confronto è stato serrato ed ha riaperto una trattativa per la quale l'organo politico si confronterà con i vertici dell'Amministrazione ed entro una settimana riconvocherà le parti comunicando la nuova proposta migliorativa rispetto alla Policy pubblicata. Primo effetto immediato quindi è che la Policy, per ora, resta congelata per l’impegno del sottosegretario Freni a modificarla con una proposta che verrà formalizzata prima della fine del mese di aprile.

Le OO.SS. hanno, inoltre, ribadito la necessità di migliorare le relazioni sindacali nel loro complesso a partire dalla problematica delle procedure riservate al personale interno per il passaggio di area. Un confronto, quello sul tema storico del riconoscimento delle professionalità interne, da effettuarsi nel biennio 2023/2024 così come previsto dall’art. 18 CCNL 2019/2021.

Diamo atto che in questa fase abbiamo avuto una interlocuzione con l’autorità politica, cosa che sino ad oggi non si era mai verificata.

Pur essendo soddisfatti, la nostra attenzione resta ALTA!

Tutto questo è stato possibile grazie alla mobilitazione dei lavoratori.

GRAZIE ANCORA A TUTTI!

Roma, 18 aprile 2023.




- Scarica il volantino del comunicato (clicca qui


"Il nostro impegno continua   
con serietà, determinazione e competenza"

Nessun commento:

Powered by Blogger.