Occorre stabilizzare i Comandati per non perderli

COMUNICATO 31/2022 - In questi giorni stiamo raccogliendo le grosse preoccupazioni che hanno i tanti comandati condivise anche dai direttori e dagli stessi colleghi.

La preoccupazione sta nel fatto che le nuove disposizioni normative creano delle difficoltà ai rinnovi, soprattutto per quei comandati da enti locali, ed in uffici già in forte carezza di personale la possibilità di perderne altri causerebbe l’impossibilità di fornire i servizi ai cittadini.

Facciamo riferimento, nello specifico, al D.L. n. 36/2022 convertito in legge il 29 giugno 2022.

È per questo che abbiamo chiesto all’Amministrazione di accelerare sulle stabilizzazioni partendo proprio dal D.L. suddetto che all’art. 6 comma 2 recita: «I comandi o distacchi, in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, esclusi quelli di cui all'articolo 30, comma 1-quinquies, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come introdotto dal comma 1 del presente articolo, cessano alla data del 31 dicembre 2022 o alla naturale scadenza, se successiva alla predetta data, qualora le amministrazioni non abbiano già attivato procedure straordinarie di inquadramento di cui al comma 3».

Sembrerebbe invece che sia intenzione dell’Amministrazione provvedere a stabilizzare con procedura straordinaria, entro il mese di ottobre, solo i lavoratori in comando presso le sedi centrali del Ministero. Diversamente, i colleghi in comando presso le sedi periferiche verrebbero stabilizzati con procedura normale nei primi mesi del nuovo anno.

Qualora confermata, tale ipotesi rischierebbe di mettere gravemente a rischio la funzionalità degli uffici periferici, in quanto, molti colleghi in comando non riceverebbero il nulla osta.

Abbiamo chiesto per questo all’Amministrazione di valutare la possibilità di prevedere la stabilizzazione straordinaria anche per i comandi presso gli uffici periferici o in alternativa avviare immediatamente le procedure standard senza attendere il nuovo anno.

Infine abbiamo chiesto di conoscere anche quale posizione si intende assumere riguardo ai colleghi che prestano servizio al MEF in convenzione dalle Agenzie ovvero se anche loro potranno partecipare alle suddette procedure.

Vi terremo informati.

Per qualunque dubbio e approfondimento, invitiamo a scriverci su [email protected]it

                                                                                         Il Coordinatore Nazionale
                                                                                                  Walter De Caro

- Scarica il volantino del comunicato (clicca qui


"Il nostro impegno continua   
con serietà, determinazione e competenza"

Nessun commento:

Powered by Blogger.